Stampa

Erasmus+: risposta di Androulla Vassiliou a nome della Commissione

Scritto da Redazione on .

IT P-000721/2014 (19.2.2014)

La Commissione può confermare di aver indetto un invito a presentare proposte per Erasmus+ nelle 24 lingue ufficiali dell'UE1. L'invito è stato lanciato il 12.12.2013, il giorno successivo all'adozione del nuovo regolamento Erasmus+ da parte del Parlamento europeo e del Consiglio.

La Commissione ha impartito istruzioni alle agenzie nazionali, che attuano Erasmus+ per suo conto a livello nazionale, di fornire ai candidati potenziali tutte le necessarie informazioni utili nella lingua nazionale. Le candidature possono essere presentate in qualsiasi lingua ufficiale. Pertanto, la Commissione non ritiene che alcun gruppo di candidati potenziali sia stato messo in posizione di svantaggio.

La guida al programma Erasmus+, che fornisce informazioni dettagliate sulle azioni previste nell'ambito del programma, è per il momento disponibile soltanto in inglese. Si tratta di un documento voluminoso che è attualmente in corso di traduzione presso i servizi della Commissione che stanno traducendo contemporaneamente guide affini relative ad altri nuovi programmi dell'UE. La guida verrà distribuita in tutte le lingue non appena possibile.

Considerato che l'invito a presentare proposte Erasmus+ è stato tradotto in tutte le lingue ufficiali dell'UE e considerato il sostegno disponibile presso le agenzie nazionali, la Commissione ha ritenuto che non vi fosse motivo per ritardare l'indizione del primo invito in attesa della traduzione della guida al programma. In effetti, un simile ritardo avrebbe avuto un impatto negativo per le organizzazioni dell'UE e per i cittadini desiderosi di partecipare al programma.

1 GU C 26 del 29.1.2014, pag. 6.

comments