"Il valore economico delle lingue" Discutendo di politiche linguistiche possibili con François Grin

Stampa

 

Molte lingue devono far fronte alla massiccia penetrazione dell’inglese, la lingua della  globalizzazione che con la sua potenza ha ridefinito gli equilibri linguistici a molti livelli.  Anche la Svizzera deve interrogarsi sia sulle opportunità di vasto respiro offerte da questa grande lingua veicolare sia sui pericoli che corre il nostro tradizionale multilinguismo elvetico,  pensando in particolare all’avvenire della lingua italiana. 
La posta in gioco è delicata e per questa ragione Coscienza Svizzera (www.coscienzasvizzera.ch) ha deciso di lanciare una serie di incontri per riflettere in maniera compiuta sulle alternative al “solo inglese”, ovvero a quell’“EnglishOnly” che sta permeando di sé una serie sempre più rilevante di domini linguistici.
 
Dopo i primi interventi di Emanuele Banfi e Michele Gazzola, il terzo contributo del ciclo, su "Il valore economico delle lingue" è proposto da: François Grin, Professore ordinario all’Università di Ginevra. L'incontro si svolgerà a Coira (Svizzera) Sabato 27 aprile 2013 (h. 14.00) presso la Scuola cantonale Grigione, aula Kanti Plessur, Coira
L'entrata è libera.
 
FRANÇOIS GRIN è professore ordinario all’Università di Ginevra dove ricopre la cattedra di economia presso la Facoltà di traduzione e interpretariato. È specializzato in economia delle lingue, in  economia dell’educazione e nella valutazione delle politiche pubbliche in questi due campi. È presidente della Délégation à la langue française de Suisse romande. Non sono molte le ricerche che si sono occupate a fondo del valore economico delle lingue, ambito in cui François Grin è un’autorità riconosciuta. 
In questa conferenza di Coira verranno presentati dati recenti e in particolare ci si riferirà ad un importante rapporto appena consegnato da François Grin al NPLD (“Network to Promote Linguistic Diversity”: www.npld.eu), il cui scopo principale è di favorire la crescita della consapevolezza a livello europeo del valore della diversità linguistica. 
Si rifletterà inoltre sull’opportunità di lanciare una nuova grande indagine conoscitiva sui rapporti tra competenze linguistiche e reddito.
 
PROGRAMMA
14.00 Apertura: Remigio Ratti, presidente di Coscienza Svizzera
Luigi Menghini, presidente PGI Coira
14.10 Introduzione di Alessio Petralli, linguista
(Gruppo di lavoro “Lingue e culture” di Coscienza Svizzera)
14.20 Relazione di François Grin, professore di economia all’Università di Ginevra 
15.20 Discussione pubblica
15.50 Rinfresco e discussioni personali