A+ A A-

Svizzera - Il Consiglio federale nomina Nicoletta Mariolini quale nuova delegata al plurilinguismo

In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha nominato Nicoletta Mariolini quale nuova delegata al plurilinguismo. Nicoletta Mariolini entrerà in funzione con effetto al 1° agosto 2013. Subentra a Vasco Dumartheray, che ha lasciato la sua funzione alla fine del mese di novembre del 2012.

Nicoletta Mariolini è nata nel 1964 ed è domiciliata a Lugano. Si è laureata in scienze economiche all'Università di Losanna e in seguito è stata assistente, collaboratrice scientifica e capoprogetto presso l'Università di Losanna, l'istituto Dipendenze Svizzera e presso l'Associazione dei servizi Spitex e delle Case per anziani del Cantone di Vaud. In seno all'amministrazione cantonale ticinese, dal 1998 al 2004 ha ricoperto le funzioni di capo progetto e collaboratrice scientifica responsabile dell'attuazione della politica Spitex nel Cantone.

Nel 2004 Nicoletta Mariolini è stata eletta nella lista PS municipale di Lugano, dove si occupa dell'Istituto scolastico comunale e dirige il Dicastero Integrazione e informazione sociale. A metà del mese di aprile del 2013 lascerà l'Esecutivo di Lugano. Da sei anni è inoltre deputata nel Gran Consiglio ticinese.

Nella scelta di Nicoletta Mariolini quale nuova delegata al plurilinguismo, il Consiglio federale ha attribuito importanza all'esperienza nella gestione di progetti e alla sua pluriennale attività professionale nella Svizzera francese e italiana. Grazie alle cariche sinora ricoperte è in grado di comprendere al meglio le esigenze della politica, dell'opinione pubblica e dell'economia. Inoltre, conosce molto bene il funzionamento e il modo di operare di istituzioni e associazioni.

La funzione di delegato al plurilinguismo è ora aggregata alla Segreteria generale del Dipartimento federale delle finanze (DFF). In precedenza questa funzione figurava nell'organigramma dell'Ufficio federale del personale (UFPER).