A Lugano una conferenza sul valore di scambio della lingua italiana nell’epoca delle globalizzazioni

 
Il Gruppo Lingue e culture di Coscienza Svizzera (www.coscienzasvizzera.ch) è lieto di invitare soci e amici, sabato 23 novembre dalle ore 9.30 alle 12.30 presso la Sala Tami, Biblioteca cantonale di Lugano, per il quinto appuntamento della serie di incontri Alternative al "solo inglese":discutiamone. Mauro Dell’Ambrogio, Claudio Giovanardi, Claudio Marazzini, Raffaele Simone, Maria Luisa Villa interverranno approfondendo il tema “Dare valore di scambio alla propria lingua nell’epoca delle globalizzazioni”.
"Molte lingue devono far fronte alla massiccia penetrazione dell’inglese, la lingua della globalizzazione che con la sua potenza ha ridefinito gli equilibri linguistici a molti livelli. Anche la Svizzera deve interrogarsi sia sulle opportunità di vasto respiro offerte da questa grande lingua veicolare sia sui pericoli che corre il nostro tradizionale multilinguismo elvetico, pensando in particolare all’avvenire della lingua italiana. La posta in gioco è delicata e per questa ragione Coscienza Svizzera ha deciso di lanciare un serie di incontri per riflettere in maniera compiuta sulle alternative al“solo inglese”, ovvero a quell’“English-Only” che sta permeando di sé una serie sempre più rilevante di domini linguistici." (Alessio Petralli, “Lingue e Culture”, Coscienza Svizzera)
 
Mauro Dell’Ambrogio
Dopo il dottorato in giurisprudenza all’Università di Zurigo e i brevetti di avvocato e notaio, ha assunto dal 1979 al 1999 funzioni pubbliche nel Cantone Ticino: pretore, comandante della polizia cantonale, segretario generale del dipartimento dell’istruzione e della cultura, capo progetto per la creazione e segretario generale dell’Università della Svizzera Italiana (USI). Dopo quattro anni alla direzione di un gruppo di cliniche private italo-svizzero e altri quattro alla direzione della Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana (SUPSI), dal 2008 è Segretario di Stato. Tra le molte funzioni a titolo accessorio è stato sindaco di Giubiasco per dodici anni, deputato al Gran Consiglio ticinese a più riprese dal 1979 al 2007 e per otto anni presidente dell’Azienda elettrica ticinese.
 
Claudio Giovanardi
Professore ordinario di Linguistica italiana presso l’Università Roma Tre. È autore di numerosi saggi dedicati alla comunicazione scritta dell’italiano, all’influsso dell’inglese sull’italiano, alla diffusione dell’italiano nel mondo, alla lingua del teatro e al rapporto lingua-dialetto a Roma, alla questione della lingua nel Cinquecento e nel Settecento. Tra le sue pubblicazioni più recenti (con P. Trifone)  L’italiano nel mondo , Carocci, Roma, 2012.
 
Claudio Marazzini
Professore ordinario di Storia della lingua italiana e Linguistica italiana nell’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro” (Vercelli). Ha insegnato nelle università di Macerata, Udine e Losanna (pro-
fesseur invité). Tra le sue molte pubblicazioni, vi é la più ampia storia dei vocabolari italiani fino ad ora realizzata ( L’ordine delle parole. Storia di vocabolari italiani , il Mulino, Bologna 2009). Dal 1990 è titolare della rubrica “Parlare e scrivere” del settimanale “Famiglia cristiana”. Fa parte del Direttivo dell’Accademia della Crusca.
 
Raffaele Simone
Professore ordinario di Linguistica generale dal 1980, all’università Roma Tre dal 1992. Svolge ricerca e insegna periodicamente in centri e università internazionali. Opinionista di importanti quotidiani e periodici. Autore di più di 300 pubblicazioni scientifiche apparse in più lingue in riviste e volumi. Alla sua attività di linguista unisce un’intensa produzione di saggi (di filosofia della cultura e della
modernità, di politica universitaria, di analisi politica) e  pamphlets . Fra le sue numerose e fondamentali opere lessicografiche originali, ha creato e diretto l’Enciclopedia della Lingua Italiana (Treccani).
 
Maria Luisa Villa
Professore ordinario di Immunologia, Università degli Studi di Milano (1990-2010). E’ autrice di più di 160 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, e di capitoli su trattati scientifici nazionali e esteri. Le sue riflessioni sui rapporti complessi e contradditori tra scienza, lingua e società nell’epoca della globalizzazione sono confluite in recenti comunicazioni a congressi e pubblicazioni, tra cui  L’inglese non basta (Bruno Mondadori, Milano, 2013). È stata recentemente eletta dall’Accademia della Crusca nel gruppo degli Accademici corrispondenti italiani.

Please publish modules in offcanvas position.