Logo

Notizie

Messaggio dell'Associazione Universale di Esperanto per la giornata internazionale della tolleranza

Scritto da Amministratore. Archiviato in Notizie

Il Direttore Generale dell'UNESCO, Audrey Azoulay, ha recentemente commentato che la tolleranza è un'azione umana che ognuno di noi deve coltivare e praticare nella propria vita ogni giorno. Nel 1996, in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione dell'UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura), l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha invitato gli Stati membri a festeggiare ogni anno il 16 novembre la Giornata Internazionale della Tolleranza . L'Associazione Universale di Esperanto, fondata nel 1908 per unire persone per mezzo di una seconda lingua internazionale, e la sua sezione italiana, la Federazione Esperantista Italiana (FEI - www.esperanto.it), considerano la tolleranza come propri principi fondanti.

Come Il Direttore Generale, Audrey Azoulay ha di recente ricordato, l'UNESCO ed il movimento per la lingua internazionale esperanto condividono gli stessi valori: la speranza nella costruzione di un mondo di pace, una convivenza armoniosa tra le nazioni, il rispetto per la diversità culturale, la solidarietà attraverso le frontiere.

Il 9 e il 10 novembre 1938, trent'anni dopo la fondazione dell'Associazione Universale di Esperanto ed al culmine delle persecuzioni nazista e stalinista degli esperantisti, con la Notte dei cristalli iniziava il genocidio poi conosciuto come l'Olocausto e segnava l'avanzata delle forze dell'intolleranza, che la fondazione delle Nazioni Unite nel 1945 mirava a spegnere in via definitiva.

La tolleranza, secondo le Nazioni Unite, si trova al centro della Carta delle Nazioni Unite, e anche della Dichiarazione universale dei diritti umani, ed è importantissima, considerando il crescere di violenze ed estremismi e l'espansione dei conflitti. La nostra epoca, purtroppo, si caratterizza per una fondamentale negligenza riguardo ai diritti umani.

In occasione dell'ottantesimo anniversario della Notte dei Cristalli, il 9 novembre, e il settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, festeggiato il 10 dicembre, l'Associazione Universale Esperanto e la Federazione Esperantista Italiana sottolineano il netto contrasto tra l'intolleranza e le aspirazioni umane ad un mondo migliore. Dobbiamo lavorare per vincera la prima e sostenere le seconde.

Il movimento esperantista invita non solo i suoi membri, ma tutte le persone di buona volontà, a ribadire il proprio impegno per la tolleranza e l'intercomprensione. L'Associazione Universale di Esperanto e la Federazione Esperantista Italiana saranno sempre attive contro intolleranza e pregiudizi, a favore della comunicazione equa, diretta e immediata tra i popoli del mondo