Logo

Notizie

A Crema una commemorazione di Daniele Marignoni

Scritto da Amministratore. Archiviato in Notizie

In occasione dell'anniversario della morte di Daniele Marignoni il 27 gennaio prossimo si sta organizzando una visita al Famedio del cimitero di Crema dove deporre dei fiori ai piedi dell'iscrizione che lo ricorda come colui che "ha introdotto l'esperanto in Italia". L'appuntamento è per le 11 del 27 gennaio davanti al Cimitero di Crema. A seguire, per chi vuole trattenersi, si andrà in pizzeria.

Nel pomeriggio (h. 17.30) a Cremona presso la Casa Sperlari (via Palestro, 32) Davide Astori terrà una conferenza sul tema della Giornata della memoria legata agli esperantisti, dal titolo "Esperanto: La dangxera lingvo: persecuzione e morte per un sogno di internazionalità".

Daniele Marignoni nacque nel 1880 e successivamente dall'Italia emigrò in Germania, dove apprese l’arte della stampa e l’esperanto. Tornato in Italia, per la precisione a San Vito al Tagliamento, Paolet diventò il punto di riferimento per l'editoria esperantista in Italia fino alla fine degli anni cinquanta. Marignoni partecipò al primo Congresso Universale di Esperanto e fu nominato membro del Lingva Komitato, l'equivalente dell'italiana Accademia della Crusca. Oggi il pioniere dell'esperanto in Italia riposa accanto agli altri cremaschi illustri nel Famedio.