Caro direttore,

quella di offrire interi corsi in lingua inglese è una scelta sostanzialmente provinciale che non apre di certo brillanti prospettive agli atenei italiani che vi indulgono e ai loro studenti. Perciò è confortante che una recente decisione in tal senso del Politecnico di Milano, aggravata dal fatto di essere senza alternative, stia suscitando notevoli polemiche.

Leggi l'articolo di Robi Ronza - ilsussidiario.net