Logo

Rassegna stampa

Cari europei, torniamo a parlare le nostre lingue

Archiviato in Rassegna Stampa

Ritro­vate l'orgoglio e il piacere della traduzione! Fac­ciamo come la Svizzera che è una nazione poli­glotta. Se ritroveremo questo spi­rito nessuno potrà schiacciarci con la finanza

Oggi noi tutti contempliamo sconsolati l'in­credibile debolezza dell'Europa. Quando è scoppiata la Prima guerra mondiale, i Paesi eu­ropei concentravano nelle proprie mani quasi tutta la scienza,la tecnologia,il sapere,la ricchez­za e il potere del mondo. Non solo, costituivano un'unica civiltà. Nonostante i nazionalismi, le guerre, le frontiere e i passaporti, c'era un'unica élite culturale europea.

Leggi l'articolo di Francesco Alberoni - ilgiornale.it