Logo

Rassegna stampa

L'italiano in Europa, la lingua come risorsa. A vent'anni dalla scomparsa di Gianfranco Folena

Archiviato in Rassegna Stampa

Mercoledì 26 settembre, alle ore 15, presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio si svolgerà il Convegno “L’italiano in Europa, la lingua come risorsa. A vent’anni dalla scomparsa di Gianfranco Folena”.

  Aprirà i lavori il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini. I saluti introduttivi saranno di Pietro Folena. Interverranno Michele Cortellazzo, Maurizio Scaparro, Luca Serianni, Flavio Zanonato. 

Gianfranco Folena è stato un grande filologo italiano (Savigliano 1920 - Padova 1992), allievo di B. Migliorini, prof. (dal 1956) di storia della lingua italiana nell'univ. di Padova.

Autore di importanti opere, tra le quali: La crisi linguistica del Quattrocento e l'"Arcadia" di J. Sannazaro (1952); Überlieferungsgeschichte der altitalienischen Literatur (nel vol. II della Geschichte der Textüberlieferung der antiken und mittelalt. Literatur, 1964); L'italiano in Europa. Esperienze linguistiche del Settecento (1983); Culture e lingue nel Veneto medievale (1990); Volgarizzare e tradurre (1991, già apparso in una miscellanea nel 1973); Il linguaggio del caos. Studi sul plurilinguismo rinascimentale (1991). Curò le edizioni: Motti e facezie del Piovano Arlotto (1953); La Istoria di Eneas vulgarizzata per Angilu di Capua (1956). Diresse dal 1958 la collana "Scrittori d'Italia" di Laterza, dal 1975 la rivista Lingua nostra; dal 1988 socio corrispondente dei Lincei.

Promosse inoltre  varie iniziative culturali, come il Circolo filologico padovano e il Premio Città di Monselice per una traduzione letteraria. Postumo è apparso, a cura dell'I.E.I., il Vocabolario del veneziano di Carlo Goldoni (1993), da lui ideato e diretto fino alla morte.

L’appuntamento sarà trasmesso in diretta sulla webtv di Montecitorio (http://webtv.camera.it). (21/09/2012-ITL/ITNET)