Logo

Rassegna stampa

La presidente della Crusca: «Tutela linguistica, non solo friulano»

Scritto da http://messaggeroveneto.gelocal.it. Archiviato in Rassegna Stampa

 

Nicoletta Maraschio a Udine accende il dibattito: «La 482 va rivista. Fare spazio ai dialetti»

Udine, 12 marzo. La proposta farà discutere, ma a ben guardare è già tutto scritto nella Costituzione. Perché l’articolo 6 parla di tutela delle “minoranze linguistiche”. Una definizione ampia che lascia margine per accogliere sotto l’ombrello della legge 482 pure i dialetti.

«La legge difende le minoranze linguistiche dal ’99, ma ora deve essere rivista per offrire salvaguardie specifiche anche ai dialetti. Penso al siciliano, al napoletano, al piemontese. Hanno una storia molto simile a quella del friulano e del sardo. E alcuni si chiedono perché siano trattati in modo differente».

Ad accendere la miccia è la presidente dell’Accademia della Crusca, Nicoletta Maraschio, ieri a Udine per partecipare al convegno organizzato dall’ateneo friulano “La nascita del vocabolario”.