L’Ue richiama l’Italia: non ha ancora firmato la Carta di tutela

Monito da Bruxelles al Governo Letta Cisilino (Arlef) ai lavori 

BRUXELLES «Dopo vent’anni dall’adozione della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie l’Italia non ha ancora provveduto alla sua ratifica. Si tratta di una situazione a cui il Governo italiano è chiamato a intervenire quanto prima».

La coincidenza tra il richiamo nella sede del Parlamento europeo a Bruxelles del vicepresidente della ong di rappresentanza delle minoranze presso l’Ue, Davyth Hicks, in occasione del convegno “Regional languages in the polices of the European union and its member States” e le celebrazioni per il ventesimo della Carta europea delle lingue minoritarie è bruciante.

Leggi l'articolo di messaggeroveneto.gelocal.it

Please publish modules in offcanvas position.