Logo

Rassegna stampa

Lingue, Lucerna ne vuole due

Scritto da rsi.ch. Archiviato in Rassegna Stampa

Il cantone intende dichiarare nulla l'iniziativa per un unico idioma straniero alle elementari
 
San Gallo e Grigioni avevano già deciso. Oggi anche il Governo del canton Lucerna vuole dichiarare nulla l’iniziativa "Solo una lingua straniera nelle scuole elementari", poiché contraria all'armonizzazione dell'insegnamento e al diritto federale. Il Consiglio di Stato, dopo aver ascoltato il parere di due professori di diritto dell'università di Berna, chiede al parlamento cantonale di fare altrettanto e di bocciare l'iniziativa, promossa da un comitato interpartitico e corredata di 5’995 firme valide.
 
Essa chiede che alle scuole elementari del cantone venga insegnata una sola lingua straniera, senza definire quale. Secondo i promotori del testo, due lingue non locali alle elementari costituiscono uno sforzo eccessivo per i bambini e la lingua materna nell'insegnamento primario deve avere priorità assoluta.
 
Dal 2007 a Lucerna, così come in 23 cantoni, viene insegnato l'inglese dalla terza elementare e il francese dalla quinta, come raccomandato dalla Conferenza dei direttori cantonali della pubblica istruzione. In diversi cantoni tuttavia questa pratica viene contestata, poiché non nell'interesse degli scolari.
 
Red.MM/ATS/Swing