Approfondimenti

  • Zamenhof, la voce del mondo

    L'inventore dell'esperanto, la lingua parlata da 3 milioni di persone nel mondo Il 14 aprile di 100 anni fa si spegneva a Varsavia dopo un lungo viaggio un medico polacco, riconosciuto poi nel 1959 dall'Unesco come “una delle grandi personalità dell'umanità”. Un uomo dal cuore generoso come Don Chisciotte, ma che al contrario di quest'ultimo era mosso da alti e concreti ideali e non dai vaneggiamenti nati dalla lettura di romanzi cavallereschi. Lejzer Zamenhof aveva iniziato il suo ultimo percorso verso casa dalla Francia, ed attraversando l'Europa in conflitto aveva visto le sue speranze infrangersi, così come il suo ultimo “Appello ai...

Joomla! Україна

Rassegna

Stampa

Svizzera plurilingue solo con l’italiano

Scritto da Redazione on . Postato in Rassegna Stampa

Al via, a Coira, un forum dedicato all’italianità nella Confederazione

A due anni dalla costituzione avvenuta al Liceo artistico di Zurigo, si riunisce oggi, sabato, a Coira – nella sala del Gran Consiglio grigionese – l’Assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera. Un’istituzione creata per “coordinare le diverse forze sparpagliate sul territorio nazionale a difesa della cultura e lingua italiane” come ebbe a dire l’allora presidente del giorno Consigliere nazionale Ignazio Cassis.

Tra i temi in discussione nel capoluogo retico vi sono la nomina del presidente del Forum, il programma per questo 2014 così come l’illustrazione del lavoro svolto nel corso dell’ultimo anno. I presenti dovranno inoltre approvare lo statuto che al suo articolo due recita: “Lo scopo del Forum è la corretta collocazione entro il 2020 dell’italiano nel quadro del plurilinguismo costituzionale della Svizzera, che deve essere una realtà effettiva”.

All’assemblea presenziano i rappresentanti di numerose associazioni enti e istituti che si occupano della promozione dell’italiano in Svizzera. Fra questi i hanno annunciato la loro partecipazione i consiglieri di Stato Martin Jäger per i Grigioni e Manuele Bertoli per il Ticino, l’ambasciatore d’Italia a Berna Cosimo Risi, il presidente della CORSI Luigi Pedrazzini nonché i Consiglieri nazionali Silva Semadeni e Ignazio Cassis.

comments