Approfondimenti

  • Zamenhof, la voce del mondo

    L'inventore dell'esperanto, la lingua parlata da 3 milioni di persone nel mondo Il 14 aprile di 100 anni fa si spegneva a Varsavia dopo un lungo viaggio un medico polacco, riconosciuto poi nel 1959 dall'Unesco come “una delle grandi personalità dell'umanità”. Un uomo dal cuore generoso come Don Chisciotte, ma che al contrario di quest'ultimo era mosso da alti e concreti ideali e non dai vaneggiamenti nati dalla lettura di romanzi cavallereschi. Lejzer Zamenhof aveva iniziato il suo ultimo percorso verso casa dalla Francia, ed attraversando l'Europa in conflitto aveva visto le sue speranze infrangersi, così come il suo ultimo “Appello ai...

Joomla! Україна

Rassegna

Stampa

Amministrazione: ancora concorsi che non rispettano plurilinguismo

Scritto da Redazione on . Postato in Rassegna Stampa

Ci sono ancora bandi di concorso pubblicati dalla Confederazione per mansioni all'interno dell'amministrazione che rispettano solo in parte, o per nulla, la legge federale sulle lingue o le istruzioni concernenti il plurilinguismo. È quanto si evince dalle ben sette interpellanze inoltrate da membri della deputazione ticinese alle Camere federali cui il Consiglio federale ha risposto oggi.

In particolare, i deputati - che passano al setaccio con occhio vigile i posti messi a concorso dal Governo - rimproverano all'amministrazione l'uso considerato discriminatorio della locuzione "lingua madre", "bilingue tedesco/francese", oppure di formulazioni nelle quali vengono chiaramente indicati gli idiomi richiesti (tedesco e francese, senza utilizzare l'espressione più neutra di "lingua ufficiale"), senza menzionare l'italiano, talvolta sostituito dall'inglese.

Nelle sue risposte il Governo ammette in alcuni casi di non aver rispettato appieno le prescrizioni sulle lingue, dando così l'impressione che i potenziali candidati italofoni fossero tagliati fuori.

L'Esecutivo ricorda, inoltre, che la menzione dell'inglese è sovente legata alla particolare funzione richieste, ossia quando sono frequenti contatti con l'estero o organizzazioni internazionali. La sensibilità sul tema varia anche a seconda della presenza o meno di un delegato o responsabile al plurilinguismo.

 

comments