Approfondimenti

    Joomla! Україна

    Rassegna

    Stampa

    «Sì all’inglese lingua europea Allarme rosso per la scuola»

    Scritto da Redazione on . Postato in Rassegna Stampa

    De Mauro: l’Italia ignora il tema dell’istruzione, specie quella degli adulti. «Le tesi del governo sulla formazione? Scherzose, ma in un contesto tragico»
     
    Punto primo: l’Europa è, storicamente, un’entità multilingue sia pure con importanti spinte di convergenza. Punto secondo: la questione della lingua in Europa non riguarda solo gli aspetti istituzionali e burocratici, ma è una questione di democrazia, perché è difficile costruire una grande comunità politica democratica se i suoi cittadini non dispongono di una lingua comune. Punto terzo: come tale, la questione linguistica è un problema che riguarda la cultura e che investe la scuola. Punto quarto: gli Stati e l’Ue nel suo insieme se ne disinteressano totalmente. Sono queste, a grandi linee, le tesi che Tullio De Mauro espone nel suo libro, In Europa son già 103 , in uscita per Laterza. Sottotitolo: Troppe lingue per una democrazia? . Con i suoi 82 anni portati appassionatamente, in poco più di 80 pagine, coniugando leggerezza e profondità, De Mauro affronta cronologie, mutamenti, contaminazioni, aspetti geopolitici. Senza dimenticare il caso italiano, per molti aspetti esemplare.
     
    Leggi l'articolo completo su corriere.it
     

    comments