Approfondimenti

  • Zamenhof, la voce del mondo

    L'inventore dell'esperanto, la lingua parlata da 3 milioni di persone nel mondo Il 14 aprile di 100 anni fa si spegneva a Varsavia dopo un lungo viaggio un medico polacco, riconosciuto poi nel 1959 dall'Unesco come “una delle grandi personalità dell'umanità”. Un uomo dal cuore generoso come Don Chisciotte, ma che al contrario di quest'ultimo era mosso da alti e concreti ideali e non dai vaneggiamenti nati dalla lettura di romanzi cavallereschi. Lejzer Zamenhof aveva iniziato il suo ultimo percorso verso casa dalla Francia, ed attraversando l'Europa in conflitto aveva visto le sue speranze infrangersi, così come il suo ultimo “Appello ai...

Joomla! Україна

Rassegna

Stampa

Nidvaldo non vuole declassare la lingua francese

Scritto da Redazione on . Postato in Rassegna Stampa

Il canton Nidvaldo ha deciso di non rinunciare all'insegnamento del francese nella scuola primaria: il 61,7% dei votanti ha infatti bocciato l'iniziativa dell'UDC che chiedeva di insegnare una sola lingua "straniera" nei sei anni del ciclo primario, ovvero l'inglese a partire dalla terza classe. 
A detta dei promotori dell’iniziativa, l'apprendimento di due nuove lingue durante i sei anni della scuola primaria rappresenterebbe un carico eccessivo per gli allievi, che già devono imparare il buon tedesco. Dal 2007 a Nivaldo l'inglese viene insegnato a partire dalla terza elementare e il francese dalla quinta, secondo il modello 3/5. 
La proposta era sostenuta dal governo cantonale, favorevole a posticipare l'insegnamento della lingua di Molière al settimo anno di scuola e a aumentare il numero di lezioni nel ciclo secondario. Il parlamento aveva invece bocciato l’iniziativa con 37 voti contro 17. 
Secondo gli oppositori, che non volevano distanziarsi da quello che fanno i cantoni vicini, ritardando l’apprendimento di una seconda lingua nazionale si rischia di ridurre le possibilità di comprensione e di dialogo tra gli svizzeri e quindi di indebolire la coesione tra le diverse regioni cultulali e linguistiche del paese.
Leggi l'articolo completo di Armando Mombelli - swissinfo.ch

comments