Categoria: Notizie
Visite: 227
Stampa

La Conferenza sulle applicazioni dell'esperanto nella scienza e nella tecnologia (Konferenco pri Aplikoj de Esperanto en Scienco kaj Tekniko, KAEST) è il più importante evento indipendente sull'uso dell'esperanto per scopi scientifici e professionali. Il primo KAEST ha avuto luogo nel 1978, organizzato dagli esperantisti cechi. Dal 2010 è organizzato dalla società E @ I, che ha co-organizzato con l'Associazione Universale per l'Esperanto (Universala Esperanto Asocio, UEA) e Vinilkosmo il fortunato Congresso Virtuale Mondiale di Esperanto, al quale è ancora possibile partecipare (https://vk.mondafest.net) per usufruire dei contenuti esclusivi fino al 20 nel mese di settembre.

 

L'anno 2020 è particolarmente importante per KAEST, in quanto segna i dieci anni di organizzazione dell'evento da parte di E @ I. Come per altri eventi, il KAEST fisico di quest'anno è stato cancellato a causa della pandemia, ma come il Congresso Mondiale di Esperanto, si svolgerà praticamente completamente, sotto il nome "KAEST virtuale 2020" (https://kaest.ikso.net) nelle stesse date previste per l'evento fisico: tra il 1° e il 4 ottobre. E ora l'UEA è diventata il suo partner principale.

Per l'UEA, è essenzialmente importante supportare l'attività professionale e scientifica attraverso l'esperanto e l'applicazione dell'esperanto nei vari campi del lavoro dell'umanità. Le stesse associazioni professionali sono una parte importante della struttura dell'associazione. La "virtualizzazione" di KAEST può diventare ancora una volta un'occasione unica per dare accesso a molte più persone provenienti da molti più Paesi rispetto alle edizioni precedenti. Questo è il motivo per cui l'UEA raccomanda vivamente che i suoi membri e tutti gli esperantisti si uniscano a essa e prendano parte attiva, anche offrendo lezioni o altri programmi. È possibile iscriversi gratuitamente fino al 25 settembre, ma tutti sono incoraggiati a contribuire con la quota simbolica di 10 euro o diventare sostenitori ufficiali con un contributo di 30 euro.