Cinema

  • La Federazione Esperantista Italiana si congratula con il regista Alfonso Cuarón per la vittoria dell'Oscar 2019 alla miglior regia per il film Roma. Egli aveva già vinto già nel 2014 l'ambito premio per la direzione del film Gravity.

    Il regista messicano ha più volte dimostrato la sua simpatia verso l'esperanto, la lingua internazionale iniziata da Ludovico Zamenhof. Cuarón si è avvicinato alla causa durante l'adolescenza dopo la lettura del libro "Niebla", un libro dello scrittore spagnolo Unamuno, come spiega il regista spagnolo, "ho subito provato simpatia per il vecchio zio della ragazza che piaceva al protagonista, un anarchico eccentrico che parlava l'esperanto. E nessuno lo capiva, perché diceva tutto in esperanto. Ma la cosa buona è che tutto ciò che stava dicendo in esperanto, tutto ciò di cui parlava, era la fratellanza dell'umanità. Quindi per me sono molto connessi, l'idea dell'esperanto e questo concetto".

Please publish modules in offcanvas position.